In fila a fare il pieno in territorio vaticano

Avevo un appuntamento alle ore nove davanti la basilica di S. Giovanni in Laterano, durante la breve attesa vedo una fila ininterrotta di automobili che entrano ed escono da un cancello della chiesa. Domando che cosa ci fosse e vengo a sapere che lì, in territorio Vaticano, ci sono dei distributori di benzina e che molti cittadini hanno un’autorizzazione per fare rifornimento per le proprie auto, la benzina verde viene venduta a E. 0,90 circa al litro. Mi dicono che tra i beneficiari di questo privilegio vi sono compresi i dipendenti comunali e i loro familiari. Quante altre categorie di dipendenti ne usufruiscono? Sarei curioso di conoscerle; dalle dimensioni di affluenza sembrerebbero tante. Sicuramente sono esclusi, dal beneficio suddetto, i pensionati al minimo, i disoccupati, i poveri. Il privilegio probabilmente è riservato solo a categorie già protette come dipendenti di enti pubblici ecc.. Le considerazioni del caso sarebbero molte: dalle tasse non pagate allo Stato Italiano al comportamento dello Stato Vaticano.
La lettera di Franco Ferrari è stata pubblicata oggi su ”Repubblica”

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.