telepace sfruttatrice?

Telepace in tribunale per evasione contributi

Telepace e l’Inpgi, l’Istituto di Previdenza dei Giornalisti Italiani, compariranno martedì davanti al Tribunale del Lavoro di Roma. Continua così la vicenda dell’emittente che da anni segue da vicino le attività del Papa e della Santa Sede. L’emittente televisiva diretta da monsignor Guido Todeschini, recentemente sospeso dall’Ordine dei Giornalisti per due mesi per violazione dell’etica professionale, si oppone al decreto che le ha imposto il pagamento di 70mila euro di contributi evasi e 20mila euro di sanzioni. In particolare, Telepace nega che i giornalisti con contratto a part-time lavorassero di fatto a tempo pieno, come accertato dagli ispettori dell’Inpgi e del ministero del Lavoro. Della vicenda – a quanto si apprende – si sta occupando anche la Procura di Roma, che un mese fa ha trasmesso a quattro dipendenti di Telepace l’avviso chiusura delle indagini, attività che precede la richiesta di rinvio a giudizio. Si tratta di tre tecnici e di un giornalista – nel frattempo passato a SAT 2000 – che ora rischiano di finire sotto processo con l’accusa di avere dichiarato il falso nell’ambito della vertenza promossa da una loro collega licenziata. Dalle aule del Tribunale del Lavoro il caso Telepace potrebbe quindi estendersi a quelle della giustizia penale.

Technorati ,

— Nicola Iacovone

 

Fonye: uaar.it

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.